Rocche dell'Annunziata Riserva 2013 - Paolo Scavino - Barolo DOCG

Rocche dell'Annunziata Riserva 2013 - Paolo Scavino - Barolo DOCG Espandi

Annata
2013

Nazione
Italia

Alcol
14,5%

Tipologia
Rosso fermo

Formato
75cl

Rocche dell'Annunziata Riserva 2013 - Paolo Scavino - Barolo DOCG

Nuovo

Azienda: Paolo Scavino

Rocche dell'Annunziata è il Barolo Riserva della famiglia Scavino. Un "grand cru" storico e prestigioso del villaggio di La Morra acquistato nel 1990.

Maggiori dettagli

6 Articoli

190,00 €

tasse incl.

Premi e riconoscimenti

Caratteristiche

Annata2013
NazioneItalia
ProvenienzaPiemonte
ZonaLa Morra
Alcol14,5%
DenominazioneBarolo DOCG
Vitigno100% Nebbiolo
TipologiaRosso fermo
Formato75cl

Dettagli

Rocche dell'Annunziata è un insieme di finezza, dettagli, ed eleganza. È una sinfonia di aromi eterei con movimenti armonici. Petali di rosa, viola, lilla, catrame, ciliegie rosse dolci, menta, minerali sono alcuni dei tratti distintivi di questo bellissimo cru. Nella trama veli di seta, strati che si sovrappongono con grazia straordinaria, offrendo grande intensità.

Scheda tecnica

Annata2013
NazioneItalia
ProvenienzaPiemonte
ZonaLa Morra
Alcol14,5%
DenominazioneBarolo DOCG
Vitigno100% Nebbiolo
TipologiaRosso fermo
Formato75cl

Brand

L’azienda vitivinicola “Paolo Scavino” è stata fondata nel 1921, da Lorenzo Scavino e dal figlio Paolo. Guidata oggi dalla quarta generazione familiare, con Enrico Scavino al timone, con l'aiuto delle figlie, l’azienda prosegue sui binari di sempre, spinta da una costante passione, da una continua devozione, e da un incondizionato amore per le proprie terre e per i propri vigneti. Con poco meno di un secolo di esperienza, la cantina Paolo Scavino pone la sua attenzione, in primis, sul nebbiolo, vitigno che viene interpretato ed esaltato al fine di comunicare tutte le minime peculiarità di ogni singolo cru. Al nebbiolo, comunque, si affiancano anche dolcetto e barbera, cosicché dai 29 ettari vitati di proprietà sono ricavate etichette tutte puntualmente eccellenti per qualità e coerenti per aderenza territoriale. Il Barolo Paolo Scavino in particolare è coltivato nei migliori Cru della zona, con i vigneti di Castiglione Falletto, Barolo, La Morra, Novello, Serralunga d'Alba, Verduno e Roddi. In fase di vinificazione, gli interventi artificiali sono minimi, e la lavorazione delle uve è volta alla ricerca sia della massima purezza di espressione, che della più complessa eleganza gusto-olfattiva. Vini, quelli che escono dalla cantina “Paolo Scavino”, straordinari in tutto e per tutto, e che da anni ottengono regolari consensi dalla critica enologica nazionale e internazionale. Tra le bottiglie più interessanti dei vini Scavino, troviamo, oltre a diverse espressioni di Barolo, Dolcetto d'Alba DOC, Nebbiolo Langhe DOC, il SorrisoLanghe DOC riuscito blend di chardonnay, sauvignon blanc e viognier. Da non dimenticare il Vino Rosso, miscela di uve, aromi e sapori del territorio piemontese, brillante ed espressivo rosso da gustare con piatti leggeri e cucinati in modo semplice. Una menzione particolare per il Barbera d'alba DOC affinato in Carati, nato nel 1988 è un gande classico di questa azienda. È ottenuto dalle migliori uve dei più antichi vigneti della zona, vinificato in acciaio e invecchiato in legno di rovere neutro per esaltare la finezza e la complessità del varietale.

Recensioni clienti

Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.

Scrivi una recensione

Rocche dell'Annunziata Riserva 2013 - Paolo Scavino - Barolo DOCG

Rocche dell'Annunziata Riserva 2013 - Paolo Scavino - Barolo DOCG

Informazioni sul produttore: Paolo Scavino

L’azienda vitivinicola “Paolo Scavino” è stata fondata nel 1921, da Lorenzo Scavino e dal figlio Paolo. Guidata oggi dalla quarta generazione familiare, con Enrico Scavino al timone, con l'aiuto delle figlie, l’azienda prosegue sui binari di sempre, spinta da una costante passione, da una continua devozione, e da un incondizionato amore per le proprie terre e per i propri vigneti. Con poco meno di un secolo di esperienza, la cantina Paolo Scavino pone la sua attenzione, in primis, sul nebbiolo, vitigno che viene interpretato ed esaltato al fine di comunicare tutte le minime... Continua a leggere

Accetta

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Leggi di più.