Il San Lorenzo 2004 - Fattoria San Lorenzo - Marche IGT

Il San Lorenzo 2004 - Fattoria San Lorenzo - Marche IGT Espandi

Annata
2004

Nazione
Italia

Alcol
15%

Tipologia
Bianco fermo

Formato
75cl

Il San Lorenzo 2004 - Fattoria San Lorenzo - Marche IGT

Nuovo

Oltre nove anni di affinamento. Un periodo lunghissimo cui si aggiungono altri dieci mesi in bottiglia, che fanno di questo Marche Bianco IGT “Il San Lorenzo”, della Fattoria San Lorenzo, davvero un’eccellenza.

Maggiori dettagli

Questo prodotto non è più disponibile

59,00 €

tasse incl.

Premi e riconoscimenti

Caratteristiche

Annata2004
NazioneItalia
ProvenienzaMarche
Alcol15%
DenominazioneMarche IGT
Vitigno100% Verdicchio
TipologiaBianco fermo
Formato75cl

Dettagli

Giallo dorato intenso alla vista. Miele, frutta candita, fiori di acacia, albicocche e pesche, poi anche menta e richiami alla frutta tropicale: il bouquet olfattivo che si apre al naso è complesso e ricco. L’assaggio è altrettanto appagante e per nulla scontato, vellutato e delicato, equilibrato e persistente.

Scheda tecnica

Annata2004
NazioneItalia
ProvenienzaMarche
Alcol15%
DenominazioneMarche IGT
Vitigno100% Verdicchio
TipologiaBianco fermo
Formato75cl

Brand

Non è possibile parlare del Verdicchio dei Castelli di Jesi - quello che può essere considerato come uno tra i più grandi vini bianchi italiani - senza sottolineare quella che è la personalità di Natalino Crognaletti, vera e propria anima di quella splendida realtà vitivinicola marchigiana che porta il nome di “Fattoria San Lorenzo”. Dalla cantina di Montecarotto - per inciso la provincia è quella di Ancona - escono infatti stagione dopo stagione, vendemmia dopo vendemmia, vini di straordinaria espressività, eleganti e distesi, tra i migliori esempi non solo delle Marche ma di tutto quello che è il palcoscenico enologico dell’intero Centro Italia. Una storia dalle radici lontane che si tramanda di padre in figlio ma che conosce una vera e propria svolta sul finire del secolo scorso, nel 1995 per la precisione, quando Natalino prende le redini dell’azienda imponendosi da subito all’attenzione degli appassionati e degli esperti grazie a bottiglie ricche di personalità, fulgidi esempi di quella tradizionalità oggi così ricercata e così tanto osannata. La cantina può contare al momento su un’estensione vitata di circa trenta ettari, dove le piante che raggiungono anche i cinquant’anni d’età, regalano grappoli che si traducono in una media annuale di circa 80mila bottiglie. Vini bianchi che sanno coniugare finezza e struttura verticale, dal più semplice Verdicchio “di Gino” fino al mitico “Campo delle Oche” Riserva. Vini rossi strutturati e al tempo stesso sempre caratterizzati da una certa freschezza e da una grande beva, dal Rosso Piceno “di Gino” fino ai diversi “cru” aziendali, quali il “Vigna Burello” o il “Vigna Paradiso”. Bottiglie sempre figlie di un approccio particolarmente rispettoso dell’ambiente, per cui i vigneti sono trattati unicamente con rame e zolfo, senza prodotti di sintesi e senza mai far ricorso a diserbanti chimici. Etichette che rappresentano la più alta espressione enologica del territorio delle Marche, e che sono in particolare da collocare sui gradini del podio della denominazione del Verdicchio dei Castelli di Jesi.

Recensioni clienti

Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.

Scrivi una recensione

Il San Lorenzo 2004 - Fattoria San Lorenzo - Marche IGT

Il San Lorenzo 2004 - Fattoria San Lorenzo - Marche IGT

Informazioni sul produttore: Fattoria San Lorenzo

Non è possibile parlare del Verdicchio dei Castelli di Jesi - quello che può essere considerato come uno tra i più grandi vini bianchi italiani - senza sottolineare quella che è la personalità di Natalino Crognaletti, vera e propria anima di quella splendida realtà vitivinicola marchigiana che porta il nome di “Fattoria San Lorenzo”. Dalla cantina di Montecarotto - per inciso la provincia è quella di Ancona - escono infatti stagione dopo stagione, vendemmia dopo vendemmia, vini di straordinaria espressività, eleganti e distesi, tra i migliori esempi non solo delle Marche ma di... Continua a leggere

Accetta

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Leggi di più.